VIAGGI

Road trip in Gaspésie

Se c’è una cosa che adoro sono i road-trip.
I ricordi delle vacanze più belle, insieme ad House, sono tutti associati a lunghi viaggi in macchina: in Islanda, Irlanda, nella Penisola Scandinava; con quel senso di avventura che accompagna il viaggio, l’emozione nello scoprire angoli meravigliosi di terre lontane non segnalati dalle guide, scattare fotografie in continuazione per imprimere tutto nella memoria. Mi mancava quella sensazione di partire un po’ allo sbaraglio.
In 6 giorni di road trip in Gaspésie abbiamo percorso più di 1800 km suddivisi in tappe studiate ad hoc per non far pesare troppo gli spostamenti a Merdolo che affrontava la sua prima vacanza on the road ed è stato strappato dalla sua routine quotidiana fatta di giochi e pisolini. E’ stato uno sbattimento? Sì, un bellissimo sbattimento e devo dire che anche il duenne ha retto abbastanza bene le ore in macchina, grazie ai diversi pit stop effettuati per fargli sgranchire le gambe, libero di correre e scaricare le batterie. Per fortuna il Canada è un paese baby friendly e lungo la strada si trovano tantissime aree di sosta e punti panoramici perfettamente attrezzati per i più piccoli con playground e bagni con fasciatoio (dei bagni mi ha stupito la pulizia, anche di quelli situati nei luoghi più isolati).
Sono estremamente felice di aver avuto la possibilità di vedere questa parte di Québec dal passato coloniale, tanto remota e rurale dall’aver dato origine a numerose leggende. Si è avverato un mio desiderio. Immagini di paesaggi suggestivi, selvaggi, incantevoli dei quali devo ancora far sedimentare le emozioni che mi hanno lasciato (e riordinare le 778 foto scattate!!).free time

Spesso si sente dire che non è la destinazione ma il viaggio che conta. Non posso che essere d’accordo con questa affermazione e per questo motivo ho deciso di dedicare un intero post alla protagonista della nostra road trip: la strada.
La strada percorsa è la panoramica Route 132 che segue l’intero perimetro della penisola di Gaspé lungo la costa, in bilico tra il mare da una parte e l’entroterra montano dall’altra. L’abbiamo abbandonata solo un giorno per imboccare la Route 299 strada che, da Sainte-Anne-des-Monts, ci ha condotto all’interno della penisola verso il Parc National de La Gaspésie.road 132route 33route 299Ogni giorno la strada si presenta ai nostri occhi diversa. Prima costeggia la riva del fiume, poi salendo si incunea tra ripide scogliere scolpite dalle numerose tempeste -testimonianza tangibile della grande forza della natura- per poi scendere in picchiata fino quasi a tuffarsi in mare e risalire nuovamente per attraversare verdi colline.
Le lunghe ore in macchina quasi non pesano, siamo rapiti dal continuo mutare del paesaggio intorno a noi. Persino Merdolo è concentrato sul panorama circostante: osserva i mulini a vento, la natura rigogliosa e gli alti fari che lungo la strada sono una presenza costante, così come il forte vento.la martregrande valleeLa Route 132 regala scorci nuovi ad ogni curva, vestendosi di panorami differenti tutti i giorni. Si attraversano piccoli villaggi caratterizzati dalle chiese sormontate da guglie d’argento, spiagge dalle sabbie rosse, ci si addentra in montuosi saliscendi tra le foreste, i cui tratti sterrati mettono a dura i prova i freni dell’auto, si incontra l’aspro paesaggio della costa settentrionale, ci si affaccia sulla turistica Percè e la sua falesia erosa dal mare, indiscussa attrazione principale del viaggio. Dopodiché la strada si fa dolce, concilia il ritorno verso casa e ci saluta con la distesa di campagne verdi ed assolate della costa meridionale, che caratterizzano la cosiddetta Baie-des-Chaleurs, nota per il suo clima mite e per essere un ozioso luogo di villeggiatura locale.perce routeroad22CarletonCon il passare dei giorni il nostro guidare, prima veloce ed ansioso per la smania di vedere e scoprire, si fa più lento. Lasciamo con malinconia questa terra, che pian piano si svuoterà di turisti e si preparerà al lungo ed isolato inverno.
Anche le balene, presenti numerose qui durante l’estate, diminuiranno in numero dirette verso acque più calde; giorno dopo giorno saranno sempre più rari i loro avvistamenti, così come le giornate di mare calmo.


gaspesie road trip map

Gaspésie Road Trip
Tappe (in rosso):
-Sainte Anne Des Monts
-Percé
-Matapédia

Estensioni (in giallo):
-Parc National de la Gaspésie
-Parc National du Canada Forillon
-Parc National de l’Ile Bonaventure e Rocher Percé.

Link utili
Gspésie je t’aime

You Might Also Like

10 Comments

  • Reply
    rita
    settembre 1, 2015 at 9:07 pm

    Io il viaggio lo avevo fatto nel senso inverso.

  • Reply
    Laura
    settembre 2, 2015 at 8:13 am

    Che meraviglia!!!!!

  • Reply
    Drusilla
    settembre 2, 2015 at 11:46 am

    Stupendo! Anche noi ci gustiamo più la strada e il viaggio. Bello, bello!

    • Reply
      mammacongelo
      settembre 2, 2015 at 1:48 pm

      E il meglio deve ancora arrivare! 😉

  • Reply
    Mamma Far and Away
    settembre 2, 2015 at 2:54 pm

    Bellissimo, diciamo che i road trip fatti in paesi family friendly agevolano noi genitori!
    Abbiamo il Canada nella “wish list” , terro’ nel cassetto li tuo itinerario per quando ce la faremo. La nostra lista e’ troppo lunga e comincio a pensare che questa vita non ci bastera’ per vederli tutti, ma almeno ci proveremo!

    • Reply
      mammacongelo
      settembre 4, 2015 at 5:01 pm

      A me non basterebbero 2 vite per fare tutti i viaggi che vorrei!

  • Reply
    costanza
    settembre 2, 2015 at 6:47 pm

    standing ovation per le foto prima di tutto, e poi anche per l’itinerario che mi incuriosisce moltissimo!

    • Reply
      mammacongelo
      settembre 4, 2015 at 5:02 pm

      Grazie, è un complimento che mi fa sempre piacere!

  • Reply
    Giulia
    settembre 3, 2015 at 8:53 pm

    Grazie, grazie e ancora grazie per questo post……..adoro le “mete insolite” ma confesso che non conoscevo questa parte di mondo così affascinante….foto stupende, racconto di più….adoro anche i road trips……mi è sembrato di viaggiare con voi! E complimenti per aver scarrozzato il piccolo Merdolo così tanto…..devo ammettere che il chilometraggio è stato elevato!

    • Reply
      mammacongelo
      settembre 4, 2015 at 5:02 pm

      Grazie a te! Spero che il prossimo racconto di viaggio ti piaccia allo stesso modo! 🙂

    Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO