EXPAT MOM

Momenti

36 settimane + 4

9 mese di gravidanza.

Ci siamo quasi, ancora poche settimane, anzi qualche giorno, e finalmente conoscerò la mia bambina dopo questi lunghi -ed ora pesanti- mesi di attesa.

Ci sono momenti in cui la mia curiosità raggiunge livelli estremi di impazienza. La voglia di scoprire il volto della bimba è sempre più grande, vorrei stringerla tra le mie braccia già ora, studiare ogni centimetro della sua pelle, sentire il suo profumo e cullarla. Sento il bisogno di rendere reale l’immagine astratta che ho disegnato di lei con la mente durante la gravidanza.

Ci sono momenti in cui la paura per il secondo cesareo prende il sopravvento. Fastidiose domande si insinuano nei miei pensieri – “e se qualcosa andasse male? E se House non arrivasse in tempo?”- E sti cazzi.

Ci sono momenti in cui vorrei prolungare questa attesa. L’arrivo della bimba romperà gli equilibri familiari della nostra vita a 3, equilibri che abbiamo costruito in questi anni  a volte con fatica, a volte adattandoci, a volte con estrema naturalezza. Ed ora che è tutto “tranquillo” sta per scoppiare una bomba, di nuovo.

Ci sono momenti che Ritaglio solo per me e Merdolino, per stare insieme noi due soli, sono momenti a cui tengo e di cui sono gelosa. Un bagno in mare, un pisolino nel lettone al pomeriggio (rompendo la regola ferrea che il lettone è solo mio e del papà, ma per questa volta, e solo questa,facciamo un’eccezione), le coccole al mattino, un abbraccio, un bacio o un regalo inatteso. Perché lui è il mio amore grande, perché è un grande amore e perché tra qualche tempo sarà il “più grande” dei miei due amori.

Ci sono momenti in cui House, ancora in Canada, mi manca tantissimo. Vorrei fosse qui a farmi sorridere. Poi ripenso al primo cesareo, a quanto fosse teso ed emozionato, preoccupato ed agitato, felice e commosso. Lui, il “chirurgotuttodunpezzo”, che in realtà è solo – si fa per dire- un uomo, un marito, un padre, ma nei suoi occhi io vedo quel ragazzino che ho conosciuto più di vent’anni fa con un bel sorriso e tantissimi sogni.

Ci sono momenti, quando sono da sola, in cui ripenso ad un anno fa, a quella gravidanza andata male, al dolore ed alla tristezza provata in quel periodo. Mi sembrano momenti lontanissimi, temporalmente ed “umoralmente”. Non è più tempo di pensare al passato, ora è il momento di pensare al futuro.

Un futuro a quattro cuori.

 

You Might Also Like

4 Comments

  • Reply
    Mammarch
    luglio 14, 2016 at 9:01 pm

    Un grosso in bocca al lupo 😉

  • Reply
    Top post dal mondo expat #11.7.16 | Mamma in Oriente | Mamma in Oriente
    luglio 18, 2016 at 12:47 pm

    […] “Momenti” del blog “Mammacongelo” dal […]

  • Reply
    laura
    luglio 18, 2016 at 1:33 pm

    Vedrai, sarà bellissimo! Io sono passata da pochi mesi allo stato di bis-mamma e…ce la si fa! (il secondo cesareo magari spaventa perchè sai già cosa ti aspetta, ma io mi sono ripresa subito)…..vedere la mia grande (poco più grande di merdolino) leggere a suo modo i libri alla piccola (4 mesi) è una meraviglia…. In bocca al lupo!

  • Reply
    Un'alessandrina in America
    luglio 18, 2016 at 7:12 pm

    ti penso e non vedo l’ora di conoscere la piccola

  • Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO