EXPAT MOM IN ITALIA

MERDOLO DIXIT

E fu così che Merdolo parlò.

Immaginatevi la scena: il vostro cuccioletto seduto sul tappeto circondato dai giochi, si volta verso di voi, vi osserva con un bellissimo sorriso e due occhi colmi d’amore e vi chiama: “Mamma!”. Immaginate l’emozione, la gioia che in quel momento vi possono pervadere, facendovi trasalire e proiettandovi in uno stato di ebete beatitudine.

Ecco, io lo posso solo immaginare quel momento perché Merdolo mamma mica l’ha detto, tantomeno papà (pena l’abbandono istantaneo della progenie, nano avvisato nano mezzo salvato). La prima parola pronunciata dal nano è stata “Llleeaa!”.  Ha chiamato il cane. E non ha più smesso. Ora tutti i cani che incontriamo, ma pure i gatti e i peluche, sono “Llleeaa!”. Seduto sul passeggino si sbraccia urlando per richiamare l’attenzione canina, per strada corre incontro ad ogni cucciolo peloso, o molosso che si incontri, e gli infila il faccino direttamente nelle fauci. Roba che se dovessimo incontrare un cane aggressivo gli togliamo pure il divertimento di azzannarlo, Merdolo fa tutto da solo.

tower ol

Arrivati qui a Montrèal siamo andati a salutare i vicini, proprietari di Newton. Pure lui, labrador biondo 13enne, è diventato “Llleea!”. Oltre al nome gli abbiamo cambiato pure sesso, poraccio. Inoltre ha imparato a dire perfettamente “NO!” e lo ripete a mitraglietta “nononono-nno!” ‘Na gioia. Che siano in arrivo i terrible two di cui tutte le mamme parlano con terrore?

House dal canto suo, si è autoconvinto che Merdolo dica “daddy!” perché quando è felice pronuncia una lallazione simile. Alle mie rimostranze risponde –ma dai, ci sta che dica daddy! In fondo dovrebbe crescere bilingue no?- Già, peccato che qui gli parlino in francese…

In Italia Merdolo ha scoperto l’esistenza di Peppa Pig su Disney Junior (qui il canale non la trasmette). Io, che già speravo di scampare al virus suino che ha colpito famiglie intere di miei amici, sono rimasta fregata. Due episodi della Peppa e mò il nano prova a grugnire o a ruttare. Quindi è vero, la televisione nuoce ai bambini.

Riepilogando il “merdolario“, il vocabolario di Merdolo, annovera tra le parole nononono-no!, Lleeaa!, ciao e gadì una crasi tra grazie e mercì.

Parlando sempre di progressi, se così possiamo chiamarli, Fashionsister gli ha insegnato a battere il 5 con la manina. E lui, quando ci riesce, si autoapplaude tutto orgoglioso. Io allibita già me lo vedo tra qualche anno, bulletto 5enne stile hip-hop camminare per strada, cappelino con visiera girata rigorosamente al contrario, pitbull al guinzaglio con collare dotato di borchie, che incontrandomi per strada mi fa: – ehi mà, give me five!”- ruttando.

See, in faccia te lo do il cinque.

 

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    Ellisteller
    gennaio 29, 2015 at 8:44 pm

    Nooo! Merdolo che ha chiamato il cane prima di mamma è un affronto! In versione rapper 5enne già me lo vedo

  • Reply
    Ale_clez
    gennaio 29, 2015 at 9:28 pm

    Grande Merdolo, e il super vocabolario…mal comune mezzo gaudio…la mia Pupa chiama chiunque Papu o Mambu…lei compresa… Se gli chiedi come si chiama ti risponde ora l’uno ora l’altro…e cosi pure nonna,nonna etc.. Almeno nn sbaglia, eh!! 🙂
    Io continuo a stupirmi quando aggiunge un nuovo grugnito o un insieme di consonanti a casa, cercando di trovare somiglianze con parole reali…ma nulla…Ha ragione Lella Costa.. secondo me mia figlia parla Ittita….e Merdolo?? 😛

  • Reply
    costanza
    gennaio 30, 2015 at 3:12 am

    LOL! È andata ancora bene che non ti abbia chiamata con il nome del cane o che non abbia detto mamma GUARDANDO il cane…. quello sarebbe stato l’affronto massimo!

  • Reply
    La Cri - OMINOUOVO
    gennaio 30, 2015 at 9:25 am

    Grande Merdolo!!! Lo adoro! Quindi posso aspettarmi come prima parola: “shaqui”?

    • Reply
      mammacongelo
      gennaio 31, 2015 at 2:01 pm

      Può essere, forse “shaqui” è più difficile di Lllleeaa da pronunciare!

  • Reply
    Giulia
    gennaio 30, 2015 at 1:09 pm

    Zito ha insegnato a Ciccio a battere il cinque tipo a 5 mesi. Da allora è passato ad insegnargli ad alzare il pollice a mo’ di ok, ma lui alza tutto il pugnetto chiuso. Quando cade qualcosa (o la lancia) dice oh-oh e si mette pure la mano davanti la bocca.

    • Reply
      mammacongelo
      gennaio 31, 2015 at 2:02 pm

      Il nano quando lancia qualcosa sapendo che non deve si nasconde poi dietro le sue manine, ti guarda di soppiatto e ride.

  • Reply
    Annika
    gennaio 31, 2015 at 9:11 am

    Ahaha pure io ho chiamato il cane come prima parola… a mia discolpa, quel cane era trattato come un figlio in casa. Mi madre ancora lo ricorda come “il mio primogenito” e io ho imparato a camminare attaccata alla pelliccia… quindi niente malumori materni quando e’ stata la prima parola 😉

    • Reply
      mammacongelo
      gennaio 31, 2015 at 2:02 pm

      anche qui nessun malumore, anzi mi ha fatto tenerezza. Meglio Llleea che papà come prima parola!!

    Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO