DELIRI

LA REPUBBLICA DELLE MAMME

Ci vediamo alle tre al parco.”
Che parta la colonna sonora di “Mezzogiorno di fuoco” e si dia il via al duello.  Tu ingenua neomamma ti presenterai di fronte all’inquisizione spagnola, un nugolo di altre madri, dotate di scanner visivo, ti sottoporrai inconsapevole al loro giudizio e verrai giudicata colpevole, colpevole di non essere omologata a loro. Qualunque cosa tu faccia, qualunque sia il tuo pensiero o il tuo modo di essere mamma verrà crititicato.  Le mamme son le peggiori nemiche delle altre mamme o ti omologhi al pensiero di un gruppo o sei l’anticristo.

La Repubblica delle Mamme non è fondata sulla democrazia ma sulla mammocrazia.

E’ composta da tanti piccoli partiti in perenne lotta fra loro, impegnati in un dualismo sconcertante e fazioso. Sostenitrici dell’allattamento al seno vs latte artificiale, marsupiali vs fasciste, pro-vaccino vs anti-vaccino, ecomammegreen vs quelle che non ci fanno caso tanto siamo tutte biodegradabili (eccezion fatta per le rifatte presumo), fruttariane, crudiste, vegetariane vs carnivore. E quelle che lo svezzamento è meglio tardivo e lo spannolinamento precoce, il cosleeping ti salva le notti ma che dici così crescerai un mammone. Ma guarda che lo sostiene l’OMS, l’ONU, CSI, Vanity Fair e pure mì nonna.

Le discussioni tra i partiti delle mamme sono infinite, inutili, poco civili, agguerrite, faziose, spesso e volentieri maleducate.

Le componenti di un gruppo additano le altre come madri degeneri, impreparate. Lo scenario di guerra si sposta dal parco al web, in gruppi Facebook, sui blog, su vari forum. Noi mamme diventiamo leoni da tastiera tirando fuori il nostro lato peggiore. Diciamocela tutta non ci facciamo una bella figura, siamo un pessimo esempio per i nostri figli. Andiamo contro tutto ciò che cerchiamo d’insegnare loro: educazione, rispetto, libertà di pensiero, di parola, senso critico. Con la gravidanza ci siamo fottute il cervello, non diamo colpe agli ormoni che fanno solo il loro lavoro. Siamo erinni ai lati di un ring pronte a sbranare la prima madre che la pensa diversamente noi. Fanculo alla libertà di pensiero. Alcune discussioni sfociamo nel fanatismo, siamo ridicole. Invece che goderci la prole siamo coinvolte in liti virtuali a suon di link postati a cazzo di cane, spesso di dubbia derivazione, solo per dimostrare di aver ragione.

Ebbene abbiamo tutte ragione.

Tutte abbiamo ragione, perché tutte noi nel nostro piccolo cerchiamo di comportarci nel modo migliore per il bene dei nostri figli. Agiamo in buona fede. Questo è quello che conta. E questo è ciò che spesso si dimentica in inutili lunghe noiose asfissianti stupide liti sul web, dove ci dimentichiamo di essere mamme e prima di tutto persone. Spesso ci dimentichiamo che dovremmo essere un esempio e non uno scempio.  Abbracciare una linea di pensiero, di comportamento non fa di noi le detentrici della verità assoluta. Decidiamo di comportarci in un determinato modo perché riteniamo sia quello giusto per noi, perché ci è più congeniale o perché quel metodo funziona coi nostri figli, per la nostra esperienza personale. Un metodo non è legge universale. E se leggiamo un commento, un pensiero contrario al nostro, non infiliamoci in discussioni estenuanti, evitiamo di commentare, di litigare; facciamo un bel respiro, chiudiamo il pc prendiamo i nani ed usciamo.

Tenendoci lontane dal parco.

 

keep calm

 

You Might Also Like

17 Comments

  • Reply
    La Cri - OMINOUOVO
    aprile 16, 2015 at 7:56 pm

    Alessia for Mommy President. A quando le prossime elezioni?
    La colonna sonora di Mezzogiorno di Fuoco io la sento ogni volta che devo portare Poldino al nido dove so che incontrerò altre mamme. Attivo la scimmia urlatrice del mio cervello, occhi fissi su Poldino e SOLO su di lui e scappo.

    • Reply
      mammacongelo
      aprile 16, 2015 at 8:02 pm

      No grazie, è una carica a cui non aspiro!

  • Reply
    Ellisteller
    aprile 16, 2015 at 8:26 pm

    Agguerrita! Forse verrai cacciata dalla Repubblica e additata come eretica dalle mamme italiane che ti leggeranno. Chiedi asilo politico al Canada

    • Reply
      mammacongelo
      aprile 16, 2015 at 8:32 pm

      E perché mai… non ho dato contro a nessuna.

  • Reply
    Due volte Mamma
    aprile 16, 2015 at 8:29 pm

    Spettacolare! Sono la tua fan n.1! Comunque io frequento il parco tutti i giorni…sarà per quello che sono a rischio???

    • Reply
      mammacongelo
      aprile 16, 2015 at 8:30 pm

      Pure io vivo al parco, se no dove prendevo l’ispirazione? 😉

  • Reply
    Drusilla
    aprile 17, 2015 at 4:34 am

    Questo post è semplicemente stupendo! Io cerco di stare il più lontano possibile dalla Repubblica delle Mamme dove vige la mammocrazia, i parchetti affollati mi terrorizzano, preferisco la solitudine.

  • Reply
    Mammarch
    aprile 17, 2015 at 6:23 am

    Ah ah ah, verissimo! Ecco uno dei motivi per cui sto cercando di tornarmene a lavoro…dopo 6 anni di dialoghi su pannolini e cacche, in ring di città e nazioni diverse…vi prego basta!!! 😉

  • Reply
    Ilaria
    aprile 17, 2015 at 7:16 am

    Evviva il parco!!!
    Con il bel tempo noi ci andiamo tutti i giorni….e sai che divertimento!!!
    Se ne vedono e sentono di tutti i colori!!!
    Poi torniamo a casa e durante la cena racconto tutto al nostro papy…..insieme ci facciamo delle sane risate pensando alla mamma che a due anni allatta ancora al seno un figlio di quasi 15kg, a quella che fa toccare la cacca al suo bimbo per fargli capire cos’è, all’altra che non taglia i capelli al figlio maschio perché voleva una femmina e adora fargli la coda sulla nuca!
    Bel modo di passare la serata….chissà le altre mamme come se la rideranno di noi….ma chi se ne importa….basta non pensarci!!!
    Ciaoooo

  • Reply
    theSwingingMom
    aprile 17, 2015 at 8:35 am

    troppo vero, io infatti evito i parchetti finchè riesco, sono luoghi di perdizione 😀

  • Reply
    Mimma
    aprile 17, 2015 at 8:41 am

    Miii per fortuna qui incontrai Dru, Fede e Insieme ci Mettemmo a parlare di altro !!! Comunque qui devo dire che esiste una sola regola ” wild” e “share” per il resto tutte rilassate ma Se becVorrei fissati scappo. Paura io

  • Reply
    sempremamma
    aprile 17, 2015 at 9:44 am

    Abbiamo poco spirito di immedesimazione, ne basta solo un po’ per non cadere nella trappola.
    Io cerco di evitare le discussioni nel web, non portano a niente se non a esacerbare gli animi e a sparar cazzate pur di avere ragione.
    Ognuno fa come crede e cosa è meglio per se stessa e per i propri figli e non vale per tutti.
    Hai scritto un bel post.

  • Reply
    costanza
    aprile 17, 2015 at 11:45 am

    la repubblica delle mamme, la mammocrazia, le mamme blogger, quelle che danno consigli tecnici poi…. Vade Retro Mamma! 🙂

  • Reply
    Mamma Far and Away
    aprile 17, 2015 at 11:50 am

    Cara Alessia, che dire, sei fantastica. Condivido tutto, ma davvero tutto. Ogni tanto perdo tempo a leggere i commenti di alcuni post in gruppi di mamme e, dopo aver scritto di bullismo nel mio blog, vedo mamme accanite contro “obese” e pronte a giudicare, offendere….ed io che lotto per insegnare a mio figlio il contrario.
    Mia suocera mi diceva sempre che prima d’aprire bocca sarebbe bene verificare che le cose che si stanno per dire siano “utili, amorevoli e vere”, ma credo che siamo davvero in poche a seguire questa logica e dietro alla tastiera tutte incazzate. Non sarebbe meglio andarsi a bere una birra tutte insieme e riderci su, metterci un po’ di ironia in questa vita da mamme!! Io vado ad aprirmi una foster’s! bacio

  • Reply
    Ale_clez
    aprile 17, 2015 at 12:16 pm

    Grande Ale…quanta verità!! Io ho il terrore di incontrare i gruppi di mamme, proprio perché ho il terrore del tribunale “mammesco”…sarà da ridere quando la pupa andrà al nido a settembre. Hai ragione….visto che ogni volta che le mamme si incontrano parlano inevitabilmente di figli, forse dovremmo imparare a parlare di “altro”…che ne so, sfoghiamoci su quanto sia esilarante quell’essere maschile (leggasi uomo/marito/fidanzato/compagno etc..) con cui il figlio lo abbiamo concepito….magari pensiamo meno a scannarci (leggasi confrontarci) e a giudicarci e facciamo più “squadra”! Oppure ci sono sempre i gossip, politica, il tempo, i film, i libri etc….

  • Reply
    Claudia
    aprile 17, 2015 at 1:09 pm

    miiiii..mamma degenere a rapporto: mandata figlioletta al nido piuttosto piccola, per ritrovare un po’ me stessa. Avevo trovato un’amica senza figli con cui parlare di tutto il resto. Non ne potevo piu` di quei discorsi, per di piu` in Inglese…

  • Reply
    MammaSfigata
    aprile 19, 2015 at 12:07 pm

    Vabbè, che posso aggiungere! Io per non star nè di qua nè di là mi sono auto-battezzata “sfigata”! Così non posso essere considerata faziosa 🙂 Dai, su, chi vuol star con gli sfigati…
    Massì, lascia che parlino, tanto prima o poi su qualcosa si dovranno ricredere e il tonfo, dall’alto dei loro troni di convinzioni, sarà bello rumoroso (e doloroso, temo)!

  • Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO