EXPAT MOM

IL MONDO, VISTO DA LUI

Durante le nostre passeggiate Lorenzo mi vede spesso scattare fotografie, a lui, al paesaggio, agli alberi, di nuovo a lui, ai particolari, alle finestre e ancora a lui. Mi osserva e ride.
Ora che è più grande si mette pure in posa al mio -dai facciamo una foto per i nonni!-. Click ed invio la foto via WhatsApp.
Se non ho con me la fotocamera ho sempre dietro il cellulare per immortalarlo.
-Faccio io- mi propone, incitandomi di passargli il telefono o peggio ancora la reflex.
-Giù le mani dalla reflex- se vuoi avere vita lunga amore mio, e soprattutto giù le mani dal cellulare che hai solo 3 anni.
Per non negargli la possibilità di provare un qualcosa di nuovo mi sono informata. Chiedendo consigli un po’ qui e un po’ là ho scoperto che molti sono i bambini che vogliono imitare, giocando, i propri genitori, anzi alcuni, più grandi, ricoprono proprio il ruolo di fotoreporter dei viaggi di famiglia.
Ho dunque seguito i consigli di chi ha più esperienza di me e ho regalato a Lorenzo una mia vecchia compatta, che da tempo prendeva polvere in un cassetto inutilizzata.
A casa gli ho spiegato come accendere e spegnere la macchina e quale pulsante premere per scattare (lo zoom lo impareremo alla prossima lezione ;)).
Dopo qualche prova e aver capito che togliere le dita dall’obiettivo è cosa buona e giusta, siamo usciti.
OLYMPUS DIGITAL CAMERA

Felice, gasato, dolcemente imbranato come è lui sempre, al parco giochi si è divertito a fotografare la qualunque.
Queste foto sono il risultato del suo operato:OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAUna volta a casa, riguardando sul computer le immagini della sua compatta, ho piacevolmente scoperto di essere stata soggetto della sua attenzione.OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAInoltre ho constatato che: è bravissimo a fotografarsi i piedi,OLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAOLYMPUS DIGITAL CAMERAe che avrà un futuro con gli scatti artistici, che oserei definire d’autore.OLYMPUS DIGITAL CAMERAHo visto il mondo attraverso i suoi occhi, dall’alto della sua bassezza.
Vedere come vede lui il mondo, da una prospettiva alla quale non sono abituata, si è rivelato interessante. Ora comprendo meglio alcuni suoi timori, dalla sua altezza la percezione di macchine, scivoli ed altri oggetti è completamente differente. Ingenuamente mai vi avevo fatto caso.
Credo che ripeterò questo gioco/esperimento con piacere, se lui vorrà.

Backstage:
l2

You Might Also Like

3 Comments

  • Reply
    Silvia e Newton
    ottobre 24, 2016 at 4:09 pm

    Che tenerezza!
    Le foto al parco le trovo davvero interessanti, vedera le cose dalla sua prospettiva e coi suoi occhi… lo trovo poetico! Io ritenerei l’esperimento se al bimbo è piaciuto.

  • Reply
    Giulia
    ottobre 24, 2016 at 5:08 pm

    Bellissimo questo post! Anche io come te sempre in giro o con la macchina o con il cellulare( che quando me lo acchiappa me lo riprendo subito!), e finalmente da 3,settimane ho cominciato anche io un corso di fotografia! Cmq se fra un anno anche il mio pupetto lo vorrà, potrò provare a fare un esperimento simile! Ancora complimenti per il.post mi, é davvero piaciuto 😉

  • Reply
    Un'alessandrina in America
    ottobre 24, 2016 at 7:11 pm

    Lo sai che sono bellissime queste foto? Sono dolci e sono ben fatte. Avra` un futuro il ragazzino!

  • Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO