VIAGGI

Canada Orientale, itinerario: i parchi nazionali.

Una vacanza in Canada è certamente sinonimo di natura.
In questo post vi suggerisco un tour dei Parchi Nazionali del Canada Orientale, concentrandomi sui parchi della provincia del Québec, una selezione di quelli visitati durante la nostra esperienza expat.

ITINERARIO
Québec City (via Montréal)- La Malbaie- Tadoussac- traversata in traghetto da Le Escoumins a Trois Pistoles (o da St. Siméon a Riviere du Loup) per arrivare nella penisola della Gaspésie- Rimouski – St. Anne des Monts – Gaspé – Percé – Carleton (o Matapedia) – Québec.

Québec City: Parc de la Jacques Cartier e de la Chute Mont-Morency
La Malbaie: Parc des grands Jardin e Parc des Hautes Gorges
Tadoussac: Parc Fiord du Saguenay e Balene
traversata in traghetto
Rimouski: Parc National du Bic
Ste Anne des Monts: Parc de la Gaspésie
Gaspé: Forillon National Park
Percé: Parc National de l’île Bonaventure e du Rocher Percé.
(Carleton: Parc de Miguasha)

INFORMAZIONI UTILI
I parchi nazionali canadesi sono gestiti dalla società Sepaq (Société des établissements de plein air du Québec), la società ha previsto, per l’anno 2017 di rendere gratuito l’ingresso ai parchi in occasione dei festeggiamenti dei 150 del Canada.
Sul sito della società (http://www.sepaq.com) trovate tutte le informazioni utili, le direttive dei parchi e gli chalets, camping, alberghi dove potrete alloggiare. Siccome le sistemazioni all’interno dei parchi sono molto gettonate, soprattutto nella stagione estiva, vi consiglio di prenotare con largo anticipo.
Per chi viaggia in camper: il Canada è luogo ideale per i camperisti, tutto il territorio è costellato di camping in posizioni invidiabili. Se effettuate il tour della Gaspésie vi consiglio di effettuare rifornimento spesso, St. Anne des Monts è la località adatta per procurarvi tutto il necessario -in termini di cibo- presso il supermercato IGA presente lungo la strada, perché poi per qualche kilometro non ne incontrerete di molto forniti!
Nei parchi non sono ammessi animali da compagnia ed è rigorosamente vietato lasciare in giro “i resti” dei vostri picninc per la presenza di orsi e di altri animali.
Sono presenti toilette anche nei posti più impensabili, nei punti di raccolta trovate fasciatoi e camere riservate per chi allattaa complete anche di microonde per scaldare i pasti e le pappe dei bambini, il Canada è un paese babyfriendly!

I PARCHI NAZIONALI
Dopo aver visitato la città di Québec City è il momeno di partire on the road verso i parchi nazionali, ma da quale iniziare?
Facile, dal Parc De La Chute Montmorency (non facente parte dei parchi Sepaq).

Chute Mont-Morency

Chute Mont-Morency

La cascata di MontMorency dista circa 15 minuti d’auto dal centro di Québec, è un luogo che visito spesso data la sua vicinanza alla città, mi piace portare Lorenzo a giocare nel grande parco situato proprio alle spalle della cascata, dove sono presenti due piccoli playground.
L’ingresso al parco costa 12$CAN vi consiglio di lasciare l’auto nel parcheggio superiore (conservate il biglietto!), percorrete la passerella che sovrasta la cascata, gironzolate nel parco, scattate tutte le foto ricordo dalle varie scalinate e dai punti panoramici presenti e poi riprendete l’auto per dirigervi al parcheggio situato alla base della cascata per poter ammirarla in tutta la sua interezza, mostrate il biglietto del precedente pagamento ed entrerete senza problemi. Perché? Per evitarvi di prendere la funicolare, che è nuovamente a pagamento! 😉
Parc National Jacques Cartier è il parco nazionale più vicino alla città di Québec, noi ne abbiamo visitato un unico settore durante un ventoso sabato autunuale. Si estende verso l’entroterra, lontano dalla zona costiera e in caso di giornate nuvolose può fare freddo.
Affittando uno chalet nella zona di Charlevoix (La Malbaie) potete comodamente raggiungere altri due parchi: il Grands Jardins e il Parc National de Hautes Gorges, le cui montagne creano delle profonde gole sul fiume Malbaie.

Processed with Snapseed.

Parc Hautes Gorges

tundra

Parc Grands-Jardins

Entrambi magnifici, ma se non siete dei grandi camminatori vi sconsiglio il secondo (i sentieri più belli o particolari sono impegnativi) ed optate per il Grands Jardins, che rimane uno dei miei preferitti, soprattutto il settore del lago Arthabaska dove spesso si incontrano orsi neri verso il tramonto.
Guidate poi verso nord, costeggiando la riva del San Lorenzo, fino a Tadoussac ed imbarcatevi su uno zodiac (i caratteristici gommomi arancioni, i bambini sotto i due anni non sono ammessi) o su una delle tante crociere dedicate all’osservazione delle balene e dei beluga. Qui trovate il Parc del Fiord du Saguenay che si estende per tutta l’area del fiordo regalando scorci spettacolari a picco sul fiume Saguenay. Qui potete pernottare alla Ferme 5 Etoile che affitta chalet pied dans l’eau o provare l’esperienza di dormire in chalet sugli alberi! (Se avete bimbi piccoli non è il massimo della comodità). La zona è popolata da volpi, orsetti lavatori e maestosi alci.

Alce a Saguenay

Alce a Saguenay

La penisola della Gaspésie vi trovate allora sulla riva opposta del San Lorenzo rispetto a Québec City.
In questa regione, più selvaggia e meno popolata rispetto alle precedenti, non potete perdervi il Parc National du Bic! Se avete letto uno dei miei ultimi post sapete quanto me ne sia innamorata.

Parc du Bic

Parc du Bic

Già solo percorrere il perimetro della Gaspesie in macchina vale la fatica del viaggio, in questa penisola la natura fa da padrona. I parchi imperdibili  in questa regione sono: il Parc National de la Gaspèsie, il Forillon ed il Parc-National-de-l’Ile-Bonaventure-et-du-Rocher-Percé. (Vi consiglio di leggere i post a loro dedicati). La bellezza di questi luoghi è indescrivibile così come le sensazioni che vi regaleranno.

Parc national de la Gaspésie

Parc national de la Gaspésie

scalata

Percé

percé alba

Percé

POST UTILI
Qui trovate i post che ho scritto circa la nostra esperienza diretta nei vari parchi nazionali; all’interno di ogni post trovate i link specifici con informazioni utili sui parchi, sui pernottamenti e tante foto!
Parc national des Grands-Jardins
Il fiordo di Saguenay, Tadoussac e le balene.
Road trip in Gaspésie
Parc national de l’Île-Bonaventure-et-du-Rocher-Percé
Parc national de Forillon
Parc National du Bic
Parc National des Hautes Gorges
Parc de la Chute Mont-Morency

Ho ricordi indelebili e meravigliosi di tutti i posti citati; spero con tutto il cuore che possiate visitarli, stupirvi ed emozionarvi come noi.

You Might Also Like

12 Comments

  • Reply
    Manuela
    novembre 21, 2016 at 9:13 pm

    Ora non resta che prenotare! Alessia pensi che il percorso che proponi vada bene anche per agosto? E credi che in un paio di settimane si riesca a fare con la giusta calma? Grazie mille

    • Reply
      mammacongelo
      novembre 22, 2016 at 12:43 am

      Si certo va bene da fine luglio fino a fine ottobre.
      In 15 giorni si fa tranquillamente.

  • Reply
    chiara
    novembre 22, 2016 at 9:02 am

    Alessia grazie mille aspettavo da tanto questo tuo diario di viaggio… solo una cosa… sul sito delle gite con i gommoni zodiac mi dice che i bimbi possono solo dai 6 anni in su. ti risulta? Il mio bimbo avrà 2 anni. grazie mille

    • Reply
      mammacongelo
      novembre 24, 2016 at 3:45 pm

      A due anni non accettano i bambini sugli zodiac, si può opare er una crociera (di circa 3 ore) su navi più grandi.

  • Reply
    Derio
    dicembre 3, 2016 at 1:55 pm

    Buongiorno, finalmente ho trovato le informazioni che cercavo, quelle vissute sul campo oltre alla solita Lonely Planet. Sto organizzando un tour di tre settimane ad agosto con i miei due gemelli di 22 mesi (all’epoca del viaggio). Vorrei partire da toronto per salire all’Algonquin PP per poi proseguire per Ottawa (più Parc de la Gatineau), Mont Tremblant, Montreal, QC, Penisola de la Gaspesie passando prima da sud per farla in senso antiorario e poi prendere il traghetto per la costa nord del San Lorenzo, creo di voler evitare il whale watching e preferisco percorrere in auto il fiordo di saguenay fino a Lac Saint Jean e da qui tornare verso QC passando per il PN de la Jacques Cartier e chiudere il tour a Montreal. Che ne dici?

  • Reply
    Elisabetta
    febbraio 27, 2017 at 3:02 pm

    Ciao Alessia,
    Quest’estate io e il mio ragazzo vorremo andare in Canada orientale.
    Disposizione:15 giorni compreso il viaggio.
    Atterrando a Toronto, vorremmo fare le seguenti tappe: Niagara, Montreal di passaggio o anchendirettamnte a Quebec, tadoussac , gaspesie e partenza da Montreal.
    Vorrei passare due notti però a Quebec: merita?
    Ho sentito del Algonquin parke Mauricie Park ma credo di dover scegliere tra questi e Gaspesie che forse mi ispira di più. Che dici?
    Grazie
    Elisabetta di padova(41 anni)

    • Reply
      mammacongelo
      febbraio 27, 2017 at 10:23 pm

      Mi chiedi se Quebec merita?
      😂😂 ma certo che sì!
      È un gioiellino! Guarda bene sul blog, visto che ci vivevo trovi un sacco di informazioni ed immagini.

  • Reply
    elisabetta
    febbraio 28, 2017 at 1:46 pm

    Ciao Alessia,
    grazie per la risposta, molto gentile! Purtroppo temo dover dedicare solo mezza giornata a Québec e non poterci dormire due notti.
    Mi consigli allora di saltare Algonquin Park e Mauricie Park e visitare le Gaspesie?
    Noi siamo stati a Vancouver+Wistler+Victoria Island e quei posti ci sono piaciuti troppo…spero che anche il canada orientale sia così bello! In certe foto i posti mi sembrano desolati, ma immagino che il viverli sia diverso!
    Diciamo che è stato il mio ragazzo che ha iniziato a proporre il Canada Orientale perché da piccolo era andato alle Cascate del Niagara.
    Io vorrei andare in Canada orientale per curiosità…ne sento sempre parlare!
    P.S.: confido nel meteo! Mi sembra di capire che agosto sia molto piovoso!

  • Reply
    maurizio
    giugno 14, 2017 at 9:35 pm

    Ciao Alessia, io e mia moglie e bimba al seguito stiamo organizzando un tour molto simile al tuo, Ero curioso ai diversi link che però non funzionano ora, dove in alternativa sono accessibili?

  • Reply
    Giorgia
    agosto 7, 2017 at 1:32 pm

    Ciao alessia! Mi consigli il rifugio dove siete stati al parc du bic? Volevo saltarlo ma dopo aver letto i tuoi diari di viaggio ho cambiato idea!!! Partiamo il 22 con la nostra piccola Bianca (2anni) .. non vedo l’ora!

    • Reply
      mammacongelo
      agosto 8, 2017 at 12:42 pm

      Al rifugio del vecchio lupo di mare!
      Vieux loup de mer. Guarda il link!

    Leave a Reply

    Questo blog utilizza i cookie per migliorare l\\\'esperienza di navigazione, nel rispetto dei tuoi dati personali e secondo le norme previste dalla legge. Se prosegui nella navigazione di questo sito acconsenti all’utilizzo dei cookie. More Info | ACCETTO